L’avviso di accertamento non può essere notificato all’accomandante

L’atto di accertamento può essere notificato alla società e al socio accomandatario ma non al socio accomandante, nei confronti del quale sussiste una carenza di legittimazione passiva.

Lo ha precisato la Ctr Lazio con la sentenza 3887/10/2017

Motivazioni

Nel caso di società in accomandita semplice, la pretesa impositiva può essere rivolta solo alla Società ed al socio accomandatario e non anche nei confronti del socio accomandante nel cui caso sussisterebbe un difetto di legittimazione passiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: