Commissione Tributaria Provinciale di Napoli, sez. 14, 01.10.2018, n. 10949

Suprema Corte ha confermato l’orientamento prevalente riguardo l’obbligo di redazione del p.v.c. processo verbale di constatazione in ogni caso di accesso presso la sede legale del contribuente, anche al solo scopo di raccolta documenti, e dunque la necessità di rispettare il termine dilatorio di sessanta giorni per l’emissione dell’eventuale avviso di accertamento (sancito dallo statuto del contribuente art. 12 c. 7 L. 212/2000).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: