Commissione Tributaria Regionale Piemonte, sez. 4, 12.04.2018, n. 662

ACCERTAMENTO BANCARIO: LA RIPRESA NON PUÒ SUPERARE LA DIFFERENZA TRA I COSTI CONTABILIZZATI E I PRELIEVI

In caso di accertamento bancario, a fronte di costi riconosciuti e contabilizzati, la differenza da riprendere, indipendentemente dalla natura del pagamento (contanti o assegni o bonifici), non può essere superiore alla differenza tra i costi contabilizzati e riconosciuti e il complesso dei prelievi fino alla concorrenza delle spese dichiarate in contabilità e in dichiarazione, (e riconosciute dall’ufficio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: