Commissione Tributaria Provinciale di Latina, sez. 3, 27.03.2018, n. 305

L’attività posta in essere dal Comune, che consiste nel mettere a disposizione del gestore del servizio idrico integrato le infrastrutture necessarie per l’espletamento del servizio, consentendone il relativo sfruttamento economico per il periodo della convenzione di affidamento del servizio stesso, si configura quale esercizio di un’attività economicamente rilevante ai fini IVA ai sensi dell’art. 4 del D.P.R. 633/72 in quanto si ricollega direttamente alla pregressa gestione del servizio idrico realizzata dal proprietario in forma commerciale. Di conseguenza, è possibile ritenere che l’importo delle rate di mutuo pregresse corrisposte dal gestore del servizio al proprietario abbia natura di corrispettivo e sia, pertanto, da assoggettare ad IVA ad aliquota ordinaria.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: