Cassazione civile, sez. 5, 09.02.2018, n. 3205

Se un condebitore impugna, ed un altro condebitore non impugna, l’annullamento ottenuto dal condebitore impugnante è annullamento dell’unico atto impositivo che sorregge il rapporto ed esplica i suoi effetti verso tutti i condebitori cui sia stato notificato. Per tale motivo, dell’annullamento potrà giovarsi anche il condebitore rimasto inerte per opporsi alla pretesa di pagamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: