Commissione Tributaria Regionale Abruzzo, sez. 6, 30.01.2018, n. 81

Liquidazione volontaria: responsabilità, onere della prova, proroga e retroattività. La cancellazione volontaria dal registro delle imprese di una società, a partire dal momento in cui si verifica l’estinzione della società medesima, impedisce che essa possa ammissibilmente agire o essere convenuta in giudizio. Nonostante il susseguirsi di sentenze in linea con l’interpretazione esposta, l’Agenzia delle Entrate spesso continua a chiamare in giudizio o a proporre ricorso contro società estinte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: