Appello spedito per posta: sufficiente l’avviso di ricevimento con i dati della spedizione

Non è indispensabile la ricevuta di spedizione per dare contezza della tempestiva notifica alla controparte, ma è sufficiente anche il deposito della sola cartolina postale di ricevimento, a condizione sulla stessa risulti, attraverso la stampigliatura meccanografica o timbro datario, la data di spedizione, in quanto non è sufficiente una semplice scritturazione manuale o dattilografica.

L’avviso è atto pubblico fidefacente (articoli 2699 e 2700 c.c.), nell’ambito del servizio postale del quale trattasi, quello c.d. “universale”, fornito in esclusiva da Poste Italiane (cfr. D.Lgs. n. 261/99).

Così la Cassazione con l’ordinanza n. 26031/2017 del 31 ottobre 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: