Società non operative, impugnabile il provvedimento che respinge l’istanza

La risposta negativa del direttore generale dell’Entrate all’istanza del contribuente volta ad ottenere la disapplicazione di una norma antielusiva può essere impugnato avanti la giurisdizione tributaria in quanto a seguito dell’ampliamento della giurisdizione operato dalla legge 448/2001, è sufficiente a sorreggere tale impugnazione il suo interesse (art. 100 C.p.c.) ad invocare il controllo giurisdizionale, e che tale possibilità è facoltativa e non obbligatoria.

Così la CTR Milano con la sentenza n. 2997/2017 del 5 luglio 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: