Giudice di pace di Roma, sez. VI, 16.03.2015, n. 14129

Gravando su colui nei cui confronti viene sollevata un’eccezione di prescrizione l’onere di allegare e provare la sussistenza dell’atto interruttivo (Cass. civ., sez. lav., 12.08.2009, n. 18250), il termine prescrizionale di cui agli artt. 28, cit. e 209, c.d.s. è interamente decorso tra l’emissione del verbale sopra menzionato e la notifica della successiva cartella esattoriale e, quindi, si deve ritenere insussistente il diritto del Comune convenuto di agire esecutivamente ai danni dell’attore in base alla medesima cartella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: